Direttore di Redazione: Dott. Arturo Bianco  

 

Accesso Abbonati

Piano Abbonamenti 2019-2020

   

Cosa è compreso nell'abbonamento:
- L'accesso al sito e la libera consultazione del periodico (articoli e rubriche);
- Invio di Newsletter periodiche;
- Offerte riservate accessibili tramite invito (convenzioni con società partner, campagne di preiscrizione, ecc);
- 6 (sei) giornate gratuite di Formazione ed Aggiornamento organizzate da Pubbliformez su tutto il territorio nazionale;
- 20 (venti) quesiti a cui risponderanno i nostri esperti;
- Sconto del 20% sul costo delle giornate di Formazione ed Aggiornamento acquistate in eccedenza alle 6 (sei) giornate gratuite.

Clicca qui per scaricare la brochure e il modulo di adesione

 

Archivio "Quesiti e Risposte"

Le assunzioni con le procedure ordinarie

Scritto da

Le amministrazioni possono dare corso ad assunzioni con procedure ordinarie utilizzando le capacità assunzionali del 2016?

La risposta è attualmente negativa, salve le 6 regioni in cui si può dare corso ad assunzioni di vigili essendo stata accertata la loro assenza dal personale in sovrannumero degli enti di area vasta. Per il restante personale occorre attendere che il Dipartimento della Funzione Pubblica dia corso a questa attestazione

Le assunzioni dei Vigili

Scritto da

Si può dare corso ad assunzioni di vigili a tempo indeterminato o determinato per un periodo superiore a 5 mesi nel corso dell’anno solare?

Si può attualmente dare corso ad assunzioni di vigili a tempo indeterminato o determinato per un periodo superiore a 5 mesi nel corso dell’anno solare solamente nelle 6 regioni in cui il Dipartimento della Funzione Pubblica ha accertato l’assenza di personale di questo profilo tra i dipendenti in sovrannumero degli enti di area vasta.

Le assenze

Scritto da

La erogazione della indennità di specifiche responsabilità è prevista anche in caso di assenza prolungata?

La scelta della erogazione della indennità di specifiche responsabilità in caso di assenza o della sospensione per tali periodi è rimessa alla contrattazione collettiva decentrata integrativa. Si deve ricordare che, di norma, questo compenso spetta nei casi di assenza per ferie.

La valutazione

Scritto da

Per la erogazione della indennità di specifiche responsabilità è necessaria la preventiva valutazione del grado di raggiungimento degli obiettivi assegnati?

Per la erogazione di questo compenso non è necessaria la valutazione del grado di raggiungimento degli obiettivi assegnati. Essa è infatti direttamente connessa ai compiti assegnati. Per questa ragione tale compenso può anche essere erogato mensilmente, come la indennità di posizione.

La misura della indennita’ di specifiche responsabilita’

Scritto da

La misura della indennità di specifiche responsabilità è fissata dalla amministrazione con deliberazione della giunta?

La misura della indennità di specifiche responsabilità è fissata dalla contrattazione collettiva decentrata integrativa entro il tetto massimo di 2.500 euro annui. Tale indennità non è onnicomprensiva, quindi possono essere erogati al dipendente altri benefici. Il suo importo può essere graduato in presenza di fattori di complessità definiti dallo stesso contratto decentrato

La decurtazione del fondo

Scritto da

Nel tagliare il fondo del 2016 per la diminuzione del personale occorre utilizzare necessariamente il criterio della media aritmetica?

La Conferenza Unificata, riunione del 10 luglio 2014, la circolare dei Ministri della Funzione Pubblica, Affari Regionali ed Economia e Finanze del mese di settembre dello stesso anno ed i pareri resi dalle sezioni di controllo della Corte dei Conti dell’Emilia Romagna e della Sicilia dicono che sia il metodo della media aritmetica definito dalla Ragioneria Generale dello Stato sia il metodo dei risparmi effettivi definito dalla sezione di controllo della Corte dei Conti della Lombardia e dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni sono egualmente legittimi. Si attende la definizione di un metodo unitario

Le risorse per le posizioni organizzative negli enti privi di dirigenti

Scritto da

Le risorse destinate al salario accessorio delle posizioni organizzative negli enti privi di dirigenti sono assoggettate al tetto di quanto speso allo stesso titolo nel 2015?

La deliberazione della sezione autonomie della Corte dei Conti n. 26/2014, con riferimento alle previsioni dettate dall’articolo 9, comma 2 bis, del D.L. n. 78/2010, ha chiarito che anche alle risorse destinate al salario accessorio delle posizioni organizzative negli enti privi di dirigenti si applica il tetto dettato per il fondo per le risorse decentrate. Essendo il testo di questa disposizione eguale a quello previsto per il 2016 dalla legge di stabilità, si deve ritenere presente questo vincolo.

Il tetto al fondo 2016

Scritto da

Il fondo del 2016 può superare la consistenza del fondo 2015 a seguito dell’inserimento nella parte stabile dei risparmi derivanti dalla RIA dei dipendente cessati?

Il fondo per le risorse decentrate del 2016, nel suo insieme, non può superare il tetto del fondo del 2015. In questo senso vanno le previsioni dettate dalla legge di stabilità. Per cui l’inserimento nella parte stabile dei risparmi derivanti dalla RIA dei dipendente cessati deve essere bilanciato da tagli che vengono disposti su altre parti del fondo, anche variabile, non esistendo uno specifico vincolo a che ognuna delle sue componenti non superi quella del 2015.

La utilizzazione dei resti delle capacita’ assunzionali

Scritto da

Quali resti delle capacità assunzionali degli anni precedenti i comuni possono utilizzare?

I comuni possono nel 2016 utilizzare i resti derivanti dalle capacità assunzionali non utilizzate nel triennio precedente, cioè 2013 (quindi il 40% dei risparmi delle cessazioni 2012); 2014 (quindi il 60% dei risparmi delle cessazioni del 2013, percentuale che per gli enti cd virtuosi sale allo 80%) e 2015 (quindi il 60% delle cessazioni del 2014, percentuale che per gli enti cd virtuosi sale al 100%). Le capacità assunzionali degli anni 2013 e 2014 possono essere utilizzate per assunzioni con procedure ordinarie (da chiarire se tale possibilità è subordinata all’inserimento nella programmazione delle assunzioni dell’anno), quelle del 2015 attualmente solo per le assunzioni del personale in sovrannumero degli enti di area vasta.

Le capacita’ assunzionali del 2016

Scritto da

Quali sono le capacità assunzionali dei comuni nell’anno 2016?

Le capacità assunzionali dei comuni per l’anno 2016 sono fissate nel tetto del 25% della spesa del personale cessato nell’anno precedente; questo è anche il tetto per le nuove assunzioni degli anni 2017 e 2018. Le capacità assunzionali del 2016 sono aumentate fino al 100% della spesa dei cessati per l’assorbimento del personale in sovrannumero degli enti di area vasta. Per il 2016 i comuni con un rapporto tra spesa del personale e spesa corrente inferiore al 25% possono effettuare assunzioni di personale nel tetto del 100% della spesa del personale cessato.

Pagina 13 di 15